/// Invia un contenuto >>

TG Notizie punto Sicilia – edizione del 10 giugno 2024

10 Giugno 2024

Redazione

IL CENTRODESTRA IN ITALIA QUASI AL 50%

A spoglio quasi completato il centrodestra in Italia raggiunge quasi il 50% dei voti distaccando la sinistra di circa 8 punti percentuali. Il centrodestra (Fratelli d’Italia 29%, Forza Italia 9,7% e Lega 9,2%) è al 47,9% contro il 40,5% del centrosinistra. Uno scarto non marginale con una sinistra che, visto il risultato di Alleanza Verdi e Sinistra è sempre più estrema.

IL CENTRODESTRA IN SICILIA AUMENTA DI 16 PUNTI SUL 2022

Il centrodestra in Sicilia ottiene un risultato storico con il 51,4%. Nel 2022 alla Camera aveva raggiunto il 35,4% e alle ultime regionali, comprese le liste locali, aveva toccato il 42% con il candidato poi eletto Renato Schifani.

STRAORDINARIO RISULTATO DI FORZA ITALIA IN SICILIA

Forza Italia in Sicilia ha ottenuto un risultato straordinario raggiungendo il 23,8% e risultando, unica regione in Italia, il primo partito. Dai risultati delle preferenze si comprenderà chi avrà dato il contributo più rilevante considerando che su Forza Italia si sono concentrati anche i voti della Democrazia Cristiana, dell’MPA, di Noi Moderati e degli amici di Cardinale.

FRATELLI D’ITALIA SUPERA IL 20% IN SICILIA

In Sicilia Fratelli d’Italia è secondo partito, ma aumenta comunque di oltre un punto percentuale rispetto al già ottimo risultato della Camera del 2022 raggiungendo il 20,2%, senza fare paragoni con il 7,6% del 2019.

LA LEGA DAL 5,1% DEL 2022 AL 7,5%

La Lega nel 2019 aveva raggiunto in Sicilia l’incredibile risultato del 20,8% riuscendo a vedere elette due deputate, ma erano davvero altri tempi. Alle politiche del 2022 il precipizio al 5,1% e adesso la risalita al 7,5%.

LA SINISTRA CROLLA IN SICILIA. -7% SUL 2022, -15% SUL 2019

La sinistra in Sicilia ha ottenuto un risultato davvero deludente soprattutto a causa della pessima performance dei 5 Stelle. Nel 2019 5 Stelle, PD e sinistra avevano addirittura raggiunto il 50,6%. Poi nel 2022 il calo al 42,2% e adesso la discesa al 35,3%.

I CINQUESTELLE DIMEZZANO I VOTI MA RESTANO PIÙ FORTI DEL PD

I 5 Stelle in Sicilia nel 2019 hanno raggiunto il 31,2% dei voti. Tre anni dopo nel 2022 avevano perso solo 3 punti percentuali arrivando al 28,2%. Oggi la discesa a precipizio fino al 16%. Un tonfo che coinvolge l’intera sinistra, malgrado rimangano ancora più forti del Partito Democratico.

IL PARTITO DEMOCRATICO PEGGIO DEL 2019, MEGLIO DEL 2022

Il Partito Democratico ha ottenuto in Sicilia un risultato controverso. Nel 2019 aveva preso il 16,6%, crollato 3 anni dopo all’11,9% per risalire oggi al 14,4%. Una cifra comunque lontanissima dai risultati degli anni d’oro.

SUICIDIO AZIONE E ITALIA VIVA. DALLA SPERANZA ALLA DELUSIONE

L’Alleanza liberale tra Italia Viva di Renzi e Azione di Calenda aveva suscitato negli anni scorsi molte speranze nell’elettorato di area liberale, poi spente dalla delusione derivata dalla piccolezza di scontri fratricidi. Morale: entrambi non arrivano al quorum e in Sicilia raggiungono appena il 2 e l’1,4%.

E CATENO NON C’È PIÙ. IN SICILIA UN DELUDENTE 7,6%

Un altro risultato forse inaspettato è il crollo dei populisti di Cateno De Luca. La lista Libertà raggiunge in Sicilia un misero 7,6% e un’inesistente 1,2% a livello nazionale. Rispetto al 24% delle scorse regionali e al 10,2% delle scorse politiche la delusione è di certo cocente soprattutto per chi era saltato su quel carro credendolo vincente.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione