/// Invia un contenuto >>

TG Notizie punto Sicilia – edizione del 23 maggio 2024

23 Maggio 2024

Redazione

32 ANNI DALL’ASSASSINIO DI FALCONE

Sono passati 32 anni dal giorno orribile della strage nella quale morirono Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta (Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro). Domani a Palermo, la Fondazione Falcone inaugura il Museo del Presente a Palazzo Jung. Alle 17,58, l’ora della strage, manifestazione sotto l’albero Falcone e alle 19,00 messa di suffragio nella chiesa di San Domenico, dove è sepolto Falcone.

L’INDAGINE SU MICCICHÈ HA ORIGINE DA UN’ALTRA INCHIESTA

I provvedimenti nei confronti di Miccichè hanno origine da intercettazioni di un procedimento penale diverso riguardante reati di esponenti politici legati con tutta probabilità alle elezioni regionali o politiche del 2022. Lo si deduce dal provvedimento del Gip Di Gioia.

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO, SI CAMBIA!

La Giunta Regionale ha messo fine ieri alla lunga gestione commissariale di Salvatore Seminara dell’Istituto sperimentale zooprofilattico di Sicilia e ha nominato Francesca Di Gaudio direttrice generale. Di Gaudio è docente di Chimica e Biochimica nella Scuola di medicina e chirurgia di Palermo. Nominato anche il Consiglio d’Amministrazione. Intanto la Procura della Corte dei Conti ha aperto un’indagine sulla gestione commissariale.

MAFIA E DROGA. 26 ARRESTI TRA BRANCACCIO E SPERONE

Eseguita un’ordinanza cautelare del gip di Palermo nei confronti di 26 indagati, 21 in carcere e 5 ai domiciliari accusati di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, aggravata dal metodo mafioso. Assestato un colpo allo smercio di droga nei quartieri Sperone e Brancaccio di Palermo. Per entrare nei fortini della droga impegnati agenti infiltrati.

15 MILIONI AGLI ALLEVATORI SICILIANI

Il ministro Lollobrigida ha annunciato ieri in aula che darà parere positivo ad un emendamento dei senatori di Fratelli d’Italia per stanziare 15 milioni dal Fondo di Solidarietà nazionale per indennizzare le imprese agricole e dell’allevamento siciliane che hanno avuto gravi danni a causa della siccità.

DECRETO CREDITO D’IMPOSTA PER INVESTIMENTI NELLA ZES

Entrato in vigore il decreto attuativo del Credito d’Imposta per gli investimenti nella Zes unica per il Mezzogiorno. Il Credito di imposta è rivolto a tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica e dal regime contabile adottato, già operative o che si insediano nella ZES unica.

I SOGNI DI GLORIA DI DE LUCA CHE PUNTA AL 20% IN SICILIA

Cateno De Luca dà i numeri. La sua lista difficilmente raggiungerà il quorum del 4% ma lui tira numeri a casaccio convinto probabilmente del fatto che più alza il tiro più ha la possibilità di raggiungere un risultato positivo. E quindi ieri è arrivato a sostenere che conta in Sicilia di raggiungere e superare il 20%. Un chiaro fenomeno di voto verbale.

FARMACI EQUIVALENTI. I SICILIANI NON SI FIDANO

Secondo Cittadinanzattiva, il ricorso a farmaci equivalenti è ancora basso, in particolare al Sud, malgrado il minor costo e la effettiva equivalenza. In fondo alla classifica Campania, Calabria e Sicilia malgrado un reddito pro capite più basso rispetto al Nord. Il ricorso a farmaci equivalenti è del 39,8% al Nord, del 32% media italiana e al 22,7% in Sicilia.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione