/// Invia un contenuto >>

TG Notizie punto Sicilia – edizione del 8 luglio 2024

8 Luglio 2024

Redazione

IN ATTESA DELLA MANOVRA ECONOMICA PER 100 MILIONI

Si avvicina all’ARS la terza manovra economica prevista per 100 milioni derivanti da un aumento del gettito fiscale arrivato alla Regione. Una trentina di milioni saranno per i comuni e circa 15 per i consorzi di bonifica. Il resto andranno riservati ad emendamenti dei deputati. Con l’augurio che si tratti di norme per lo sviluppo e non per sagre e fiere dei loro collegi.

IL G7 AGRICOLTURA A SIRACUSA

Il ministro dell’agricoltura, Francesco Lollobrigida, in Puglia ieri ad un incontro sulla politica agricola comune ha annunciato che in concomitanza del prossimo G7 dell’agricoltura a Siracusa nell’isola di Ortigia dal 26 al 28 settembre, si terrà un Expo dell’agrindustria dal 21 al 29 settembre al quale saranno presenti le associazioni agricole e le grandi aziende. “Tutto il nostro tessuto produttivo, i nostri gioielli di famiglia, da mostrare al mondo”

SCHIFANI CONVOCA INCONTRO PER RITARDI ANTI SICCITÀ

L’unica cosa che la nostra Regione di certo non può permettersi sono ulteriori ritardi rispetto al piano anti siccità. Questo rischio sembra invece all’orizzonte. Per questo Schifani ha chiesto a Salvo Cocina, dirigente generale della protezione Civile Regionale di convocare per domani tutti i soggetti interessati ai piani d’emergenza per fare il punto della situazione.

TURISMO, LUGLIO PRENOTAZIONI RECORD IN SICILIA

Secondo i principali motori di ricerca turistici, le prenotazioni di alloggi e voli a luglio 2024 sono in aumento del 10%. Tra le regioni italiane la più richiesta è la Sicilia con ben sette destinazioni.

VIADOTTO CANNATELLO A19, RIAPRE DOPO SEI ANNI

Sono stati completati da Anas i lavori di risanamento del viadotto Cannatello della A19, nella carreggiata in direzione Catania, nel tratto compreso tra i km 84 e 89. La riapertura al traffico del viadotto dopo 6 anni consente di eliminare finalmente il doppio senso di circolazione in direzione Palermo in un momento di intenso traffico sull’Isola per via della stagione estiva.

LA MELONI VINCE E LA LE PEN PERDE. E NON È UN CASO.

La Le Pen in Francia è stata sconfitta. La destra francese è rimasta estrema, isolata, con tratti esageratamente antieuropei e persino con aspetti ambigui rispetto alla Russia. E ha perso. La Meloni in Italia ha invece portato il suo partito nel fronte conservatore, lontano da ogni estremismo, nettamente filoucraina, con forti alleanze popolari ed europeiste, e con tratti chiaramente antifascisti oltre che anticomunisti. E ha vinto. E certo non è un caso.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione