/// Invia un contenuto >>

TRATTE FERROVIARIE SOSPESE IN SICILIA

I DISAGI SARANNO NOTEVOLI PER PENDOLARI E TURISTI

1 Giugno 2024

Umberto Riccobello

Sospese dal 10 luglio fino all’8 settembre per potenziamento infrastrutturale alcune tratte ferroviarie in Sicilia.

Rete Ferroviaria Italiana (società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane) eseguirà importanti interventi di potenziamento infrastrutturale e manutenzione straordinaria su alcune tratte delle linee Palermo-Agrigento, Palermo-Catania e Catania-Caltagirone.

Le tratte ferroviarie interessate sono quella tra Roccapalumba e Agrigento della Palermo Agrigento, tra Imera, Villarosa ed Enna della Palermo Catania, e tra Grammichele e Caltagirone della Catania Caltagirone. Notevoli i disagi previsti.

I lavori prevedono attività propedeutiche all’installazione della tecnologia ERTMS (European Railway Traffic Management System), progetto finanziato nell’ambito del PNRR, riguardante il più avanzato sistema per la supervisione e il controllo del distanziamento dei treni, in grado di garantire una migliore regolarità e gestione del trasporto ferroviario.

Il rinnovo delle tecnologie con l’attrezzaggio del sistema ERTMS, lo stesso adottato sulle linee alta velocità, garantirà una maggiore affidabilità dell’infrastruttura, determinando un miglioramento della regolarità della circolazione e della qualità del servizio. Oltre a prestazioni più elevate, l’ERTMS permette anche un risparmio sui costi di gestione e manutenzione rispetto ai tradizionali sistemi di segnalamento.

Il valore dell’investimento per l’installazione del sistema ERTMS su complessivi 124 km ammonta a circa 79 milioni di euro, finanziati con fondi PNRR.

Previsti inoltre interventi all’infrastruttura ferroviaria, per un investimento di circa 10 milioni di euro.

Di seguito il dettaglio dei lavori dal sito di RFI:

-Palermo-Agrigento, tra Roccapalumba e Agrigento dal 10 giugno all’8 settembre per attività propedeutiche all’installazione della tecnologia ERTMS e interventi di consolidamento di alcune opere d’arte ferroviarie e ricostruzione di alcuni rilevati, opere preliminari all’upgrade prestazionale della linea.

-Palermo-Catania, tra Imera, Villarosa ed Enna dal 10 giugno all’8 settembre per interventi di manutenzione straordinaria al viadotto stradale Morello, di consolidamento e impermeabilizzazione del ponte ferroviario Cinque Archi e di risanamento della massicciata nella galleria Portella.

-Catania-Caltagirone, tra Grammichele e Caltagirone, dal 10 giugno all’8 settembre, per lavori di Anas interferenti con la circolazione ferroviaria.

I lavori, secondo RFI, creano le condizioni per innalzare gli indici di puntualità, regolarità e affidabilità, ma possono essere eseguiti soltanto interrompendo la circolazione dei treni.

Sempre secondo RFI, sono stati pertanto individuati periodi tali da minimizzare, per quanto possibile, l’impatto sui viaggiatori.

Su questo esprimiamo le nostre perplessità considerando che ai flussi turistici si blocca la linea ferroviaria tra le due più grandi città siciliane.

Il dettaglio delle modifiche al programma di circolazione dei treni è disponibile nelle stazioni e sui siti web di RFI e Trenitalia.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione