/// Invia un contenuto >>

UN SICILIANO INFIAMMA IL GIRO D’ITALIA

25 Maggio 2021

di: Umberto Riccobello

Damiano Caruso a 2 minuti e 24 secondi

Dopo Vincenzo Nibali, lo squalo dello stretto che si aggiudicò il Giro d’Italia nel 2016, ad infiammare il cuore degli appassionati di ciclismo italiani è ancora una volta un siciliano: Damiano Caruso, nato e cresciuto a Ragusa dove ha inforcato le prime bici, in forze alla Bahrain Victorius.

Caruso non ha mai rivestito il grado di capitano nei team professionistici dove ha militato, ed anche questo Giro 2021 lo ha visto ai nastri di partenza quale gregario del capitano Mikel Landa, favorito per la classifica finale, ma costretto al ritiro nel corso della quinta tappa a causa di una rovinosa caduta che gli ha causato la frattura della clavicola.

A questo punto tocca a Damiano che tappa dopo tappa si avvicina al tetto della classifica e da ieri, dopo una frazione alpina magistralmente gestita con l’arrivo a Cortina d’Ampezzo, l’atleta ragusano occupa la seconda posizione nella classifica generale comandata dal colombiano Egan Bernal.

Il giro terminerà domenica prossima e l’attuale distacco di Caruso dal leader è di 2 minuti e 24 secondi e se c’è una cosa che gli atleti di ogni disciplina sanno fare bene è sognare, così come fanno sportivi e tifosi.

Intanto ci godiamo questa piazza d’onore; la piazza d’onore di un siciliano che non ha mai voluto lasciare la sua città, orgoglioso della sua terra e delle sue origini.

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione