/// Invia un contenuto >>

UNIVERSITÀ DI PALERMO CONTRO COMMISSIONE ANTIMAFIA

25 Febbraio 2021

Redazione

Toni incomprensibili contro una Commissione Parlamentare

Il Rettore dell’Università di Palermo e i direttori dei dipartimenti di Scienze Politiche e di Giurisprudenza hanno scritto una nota che, data l’autorevolezza, i contenuti e soprattutto il ruolo dei firmatari, appare come scritta in modo ufficiale a nome dell’Università.

La nota attacca frontalmente la Commissione parlamentare regionale Antimafia presieduta da Claudio Fava in merito alla relazione, approvata all’unanimità, sui beni confiscati alla mafia.

La contestazione appare a prima vista assolutamente marginale in quanto è relativa soprattutto alla difesa dei corsi di Alta Formazione per amministratori giudiziari organizzati dall’Ateneo palermitano che sarebbero stati messi in discussione dalla suddetta relazione (cosa peraltro negata dal Presidente della commissione Claudio Fava); ma, a guardare i toni, si comprende che l’attacco assume caratteristiche di tipo generale.

Fino ad arrivare ad un’affermazione che, da parte di un Ateneo, nei confronti di una Commissione Parlamentare assume toni mai ascoltati in precedenza, e che francamente non sono condivisibili, nei confronti di un organo parlamentare: “Nei prossimi mesi – concludono i massimi vertici dell’università – avvieremo un laboratorio di ricerca con i nostri migliori ricercatori per sottoporre ad analisi critica il lavoro fin qui condotto dalla Commissione regionale …”.

Siamo certi che, di fronte a contestazioni di questo tipo nei confronti del lavoro unanime di una Commissione parlamentare, la Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana interverrà, come ha sempre fatto, in difesa delle prerogative e degli organi del Parlamento siciliano.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione