/// Invia un contenuto >>

VICEPRESIDENTE ARMAO IN AUDIZIONE AL SENATO

22 Novembre 2021

Umberto Riccobello

Audizione Vicepresidente Regione Siciliana Commissioni bilancio Camera Deputati e Senato Repubblica su legge bilancio 2022.

I temi trattati insularità, istanze dei comuni siciliani e Zone Franche Montane

Questa mattina, il Vicepresidente ed Assessore all’Economia della Regione Siciliana, Gaetano Armao, è intervenuto in audizione presso le Commissioni congiunte bilancio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, nell’ambito delle audizioni preliminari all’esame del disegno di Legge di Bilancio per il 2022.

“Il tema della condizione di Insularità – ha dichiarato il Vicepresidente Armao nel corso dell’audizione – vede oggi il Parlamento ed il governo molto attivi, non solo nella Introduzione della suddetta condizione nel ddl infrastrutture ma anche nel disegno di legge costituzionale, già approvato dal Senato e che ora passerà alla Camera, e che prevede un’integrazione all’articolo 119 che prevede un riconoscimento di questi costi, che ammontano a oltre 6 miliardi per la Sicilia e circa 9 miliardi e mezzo per la Sardegna.”

Ma nella legge di bilancio – osserva Armao-, “a fronte di 16 miliardi di costi verrebbe riconosciuto un concorso di 100 milioni alla Sicilia e 100 milioni alla Sardegna che però risulterebbero del tutto insufficienti.”

“Di certo – continua Armao – rappresenterebbero un primo gesto di riconoscimento della tassa occulta che i cittadini insulari d’Italia sono chiamati a pagare, ma chiediamo una forma di riconoscimento più consistente sul piano finanziario.”

Insularità

“Tra l’altro – ha ricordato il vicepresidente della Regione – per quanto riguarda nello specifico la Regione Siciliana, la Commissione paritetica, giusta norma approvata lo scorso anno in legge di bilancio, ha già approvato la quantificazione dei costi che sono quindi adesso oggettivati e pertanto determinano delle refluenze significative e certe per cui 100 milioni rispetto a 6 miliardi rappresentano un concorso minimale e probabilmente non costituirebbe un segnale di consistente attenzione nel tema.”

Situazione dei comuni siciliani

“La situazione dei comuni siciliani -prosegue il vicepresidente è da qualche tempo oggetto di un confronto istituzionale ed è di poche settimane fa l’iniziativa che ha visto oltre 200 sindaci siciliani andare a Roma per incontrare parlamentari e ministri, esponenti dell’esecutivo e prefetti, evidenziando una condizione veramente insostenibile e chiedendo una maggior considerazione per evitare che questi comuni possano avviarsi pesantemente verso il dissesto, con un effetto a valanga, non potendo garantire i servizi che occorre assicurare ai cittadini in questo momento così delicato.”

Zone Franche Montane

“Un’ultima considerazione, non meno rilevante, concerne le Zone Franche Montane per le quali l’Assemblea Regionale ha già approvato un disegno di legge voto, attualmente all’esame della commissione finanze del Senato, per le quali chiediamo ulteriori 100 milioni, all’articolo 169, per poterle avviare dando nuove opportunità di sviluppo al sistema delle montagne.”

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione