/// Invia un contenuto >>

ZONE FRANCHE MONTANE:
PERIMETRAZIONE PER 159 COMUNI

23 Settembre 2021

Umberto Riccobello

Proposta approvata in giunta


Come promesso alcuni giorni orsono, il governo Musumeci nel corso dell’ultima riunione di giunta ha approvato la proposta di perimetrazione delle Zone franche montane siciliane.

L’Assemblea regionale siciliana, nel dicembre del 2019, ha approvato, ai sensi dell’articolo 18 dello Statuto regionale, un progetto di legge-voto da sottoporre ai due rami del Parlamento della Repubblica recante “Disposizioni concernenti l’istituzione delle zone franche montane della Sicilia”.

Un’iniziativa legislativa volta a istituire zone franche nei territori montani della Sicilia allo scopo di sostenere la nascita di insediamenti produttivi nelle zone interne dell’Isola, migliorando la qualità della vita di popolazioni vittime di una grave emarginazione economica e sociale.

Condizione di disagio che ha determinato il progressivo abbandono del territorio da parte di imprese e cittadini migrati verso realtà più favorevoli”.

L’individuazione dei Comuni da parte della Giunta regionale ha tenuto conto delle aree particolarmente svantaggiate, per altitudine, densità abitanti e tasso di spopolamento in relazione ai criteri previsti dal progetto di legge-voto, già approvato dall’Ars nel dicembre del 2019.

Proposta di perimetrazione

 Sono in tutto 159 i Comuni siciliani che rientreranno fra le Zone franche montane e che potranno usufruire, una volta approvata la legge dal Parlamento nazionale dei benefici previsti dalla legge in termini di fiscalità di vantaggio e contributi sociali.

Un primo elenco comprende i 117 Comuni che hanno una popolazione residente inferiore ai 15mila abitanti (sulla base di rilevazione Istat 2020) e con un territorio con oltre il 50 per cento della superficie totale posto ad almeno 500 metri sul livello del mare.

44 sono in provincia di Messina, 37 a Palermo, 15 a Catania, 8 a Enna, 5 a Siracusa, 3 nel Nisseno e nell’Agrigentino e due a Ragusa.

Un secondo elenco comprende complessivamente 42 Comuni situati in aree densamente edificate e poste sempre al di sopra di 500 metri sul livello del mare, con meno di 15 mila abitanti, ma nei quali sono presenti fenomeni di spopolamento calcolati in funzione dell’andamento demografico degli ultimi 50 anni.

10 di questi ricadono nella provincia di Palermo, 7 nell’Agrigentino, nel Messinese e nell’Ennese, 6 a Caltanissetta, 3 a Catania, e uno a Ragusa e a Trapani.

Si aspetta l’approvazione del Parlamento nazionale

Spetta sempre al Parlamento nazionale il via libera alla legge di istituzione delle Zone franche montane sull’Isola.

E in tal senso, nei mesi scorsi il presidente della Regione Nello Musumeci aveva scritto, congiuntamente al presidente dell’Ars, una nota ai presidenti del Senato e della Camera per risollecitarne l’approvazione.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione